logo small

Booking.com

Escursione Etna trekking da Siracusa

Tramonto alla Fonte Aretusa di Siracusa

 Siracusa, per la sua bellissima posizione sul mare, i suoi monumenti archeologici ed il suo incantevole centro storico è tra le mete preferite del turismo siciliano. La cittadina, posta sulla costa orientale della Sicilia e patrimonio dell'umanità dell'Unesco, offre infatti possibilità di svago e motivi di interesse per ogni viaggiatore. Potrete crogiolarvi al sole sulle bellissime spiagge a sud del capoluogo o assistere ad una tragedia classica nel millenario teatro greco o ancora perdervi tra le viuzze di Ortigia, il centro storico, seguendo suoni, colori o anche gli odori dei tanti ristoranti che animano l'isolotto. Ma quali sono le cose assolutamente da non perdere in una visita a Siracusa?

Diciamo subito che Siracusa dista circa 60 Km dall'aeroporto Fontanarossa di Catania, il principale dell'isola e per la sua posizione si presta bene come luogo di soggiorno e base di partenza per esplorare la Sicilia. Negli ultimi anni alla tradizionale offerta ricettiva di hotel di ogni categoria, sia nel centro storico che nelle zone balneari, si sono andate moltiplicando le offerte di alloggi alternativi come B&B e case-vacanza. Alloggiare a Siracusa è il modo migliore per godersi in diverse tappe le bellezze della città.

Il duomo di SiracusaQualora invece doveste decidere di alloggiare in un'altra città, dedicando alla visita di Siracusa solo una giornata (o anche mezza), allora la meta da non perdere è il centro storico di Ortigia. La particolarità di Ortigia è di essere edificata su un piccolo isolotto, collegato alle terraferma da due ponti. Ortigia è il luogo dove quest'antichissima città venne fondata dai Greci nell'anno 733 a.C. Il dedalo di viuzze e i suggestivi lungomari sono un punto di forza che incanta visitatori da ogni parte del mondo. I tramonti estivi sul porto grande di Siracusa sono uno spettacolo con pochi eguali in Sicilia. Oltre alle suggestioni panoramiche, Ortigia è ricca di storia e di monumenti. Il fulcro del centro storico ruota intorno a piazza Duomo. Qui una visita alla cattedrale è d'obbligo (ingresso adulti 2018: € 2). La chiesa barocca è infatti costruita sopra l'antico tempio di Atena. Ma piazza Duomo offre, nella chiesa di Santa Lucia alla Badia (apertura 2018: dal Mar a Dom dalle 11 alle 16) anche un importante quadro del Caravaggio, il "Seppellimento di Santa Lucia".  Altre tappe imperdibili del centro storico sono la leggendaria Fonte Aretusa, con le sue piante di papiro, il tempio di Apollo e il castello Maniace, sulla punta dell'isola. Per una veloce visita culturale di Ortigia occorre preventivare 1h30m/2h ma è difficile non farsi attrarre dai tanti localini: ristoranti, gelaterie, pasticcerie che offrono delizie per ogni palato. Una visita guidata sicuramente è il modo migliore per scoprire la storia della città. Hermes Sicily offre visite private durante l'intero arco dell'anno e, durante il periodo estivo e natalizio, anche visite di gruppo.

Il teatro greco di SiracusaAltra tappa fondamentale di Siracusa sono i resti monumentali della città greca. I più importanti monumenti si trovano concentrati nel parco archeologico della Neapolis, a circa 2 Km dal centro storico. Un servizio di bus navetta collega Ortigia con il parco Neapolis e altri monumenti. All'interno del parco (orari indicativi dalle 8.30 a 1 ora prima del tramonto, costo biglietti 2018: € 10) è possibile ammirare i resti del teatro greco, il più grande d'Italia ma anche la suggestiva grotta nota come "orecchio di Dionisio" e ancora le latomie (le antiche cave di pietra) e l'anfiteatro romano. Il tempo medio per la visita è di 1h30m. A pochi minuti a piedi dal parco Neapolis è anche possibile visitare il museo archeologico "Paolo Orsi". E' uno dei più importanti di Sicilia e d'Italia e ripercorre la storia dell'isola dalla preistoria all'epoca romana (costo biglietti 2018: € 8, possibilità di biglietti combinati con altri monumenti). Nella stessa area si trovano le catacombe di San Giovanni (ingresso € 6) e il suggestivo santuario della Madonna delle lacrime, una chiesa moderna, costruita a partire dagli anni '60 per racchiudere un miracoloso quadretto della Madonna.

Per quanti hanno un po' più di tempo a disposizione si segnala anche il castello Eurialo, a pochi chilometri dalla città o i suggestivi ipogei di piazza Duomo o della chiesa di San Filippo in Ortigia. Tra i musei spiccano anchela Galleria Bellomo che contiene tra l'altri "L'annunciazione" di Antonello da Messina, il museo del papiro e quello dell'opera dei pupi. Presso l'Artemision, a San Francesco o alla Galleria Montevergini si tengono frequentemente mostre temporanee. Infine, da non dimenticare, durante i mesi estivi il mare. Ortigia offre diversi solarium tra cui, probabilmente, il più famoso è quello di Cala Rossa. Tante sono poi le possibilità di giri in barca intorno all'isola con rinfrescanti pause per un bagno.

Hotels

#DomenicaAlMuseo

domenica al museo

Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese nei siti regionali.