logo small

Booking.com

Taormina, arroccata sulle rocce, merita sicuramente il titolo di "perla di Sicilia" per la sua bellissima posizione da cui è possibile godere contemporaneamente della vista del mare Ionio e del vulcano Etna. Taormina, fin dagli albori del turismo in Sicilia, è stata una tappa obbligatoria per i visitatori da tutto il mondo. Il panorama, i monumenti antichissimi, la grande vivacità e l'organizzazione turistica di primo ordine rendono ancora oggi la visita a Taormina imperdibile. Programmate pertanto, durante il vostro soggiorno siciliano, alcune ore, una mezza giornata o anche più da dedicare alla splendida cittadina a picco sul mare.

Consigliamo di cominciare la visita alla città dal lato nord, la Porta Messina. Se viaggiate con i mezzi pubblici, i bus interurbani hanno una fermata a poca distanza dal monumento. Se invece viaggiate con un automezzo proprio, potete lasciare la macchina presso uno dei grandi posteggi scambiatori. Molto comodo è il posteggio Lumbi da cui è poi possibile prendere lo shuttle bus per Taormina. Potete anche lasciare l'auto a Mazzarò e salire a Taormina con la funivia. La Porta Messina era uno degli antichi ingressi medievali della città. La porta venne riedificata nel 1808. Pochi passi e vi troverete sul centralissimo Corso Umberto I, ricco di negozi di moda e souvenir, di ristoranti tipici e di bar che espongono in vetrina le delizie siciliane. La prima piazza che incontrerete sul vostro percorso è Piazza Vittorio Emanuele II. Alla vostra destra potrete notare Palazzo Corvaja. Nel palazzo si ritrovano gli stili architettonici di diverse epoche storiche (arabo, normanno, spagnolo). Da notare le belle finestre bifore che si affacciano sulla piazza. Il palazzo ospita anche un museo di arti e tradizioni popolari. Nella piazza si trovano anche la seicentesca chiesa di Santa Caterina d'Alessandria ed il palazzo dei congressi che ospita le numerose iniziative che nel corso dell'anno si organizzano a Taormina. La città è stata fondata dai Greci nel 358 a.C. ed è stata anche un centro di epoca romana.  Dietro la chiesa di Santa Caterina sono ancora visibili i resti dell'Odeon, una costruzione di epoca imperiale romana che era adibita alla rappresentazione di spettacoli teatrali. Restano visibili una parte delle gradinate e del palco, inglobati tra le costruzioni più moderne. L'ingresso al monumento è gratuito. Ritornando in piazza e proseguendo lungo via Teatro Greco si raggiunge invece il più celebre tra i monumenti di Taormina (biglietti € 6). Dopo quello di Siracusa si tratta del più vasto teatro greco presente in Sicilia. Rimangono visibili grandi modifiche effettuate in epoca romana per adibirlo per le lotte tra i gladiatori. Durante la stagione estiva vi si tengono concerti ed altre manifestazioni. La vista che si ha dal teatro greco è mozzafiato. Sullo sfondo delle colonne e delle decorazioni classiche si staglia infatti l'Etna, con la sua cima spesso innevata. Dal teatro è anche possibile godere un magnifico panorama della costa sottostante, la baia di Giardini Naxos. Un panorama altrettanto bello è visibile da piazza IX Aprile. Per raggiungerla ritornate su corso Umberto e seguite la strada fino a questa panoramica terrazza sul mare Ionio. La piazza, uno dei luoghi più celebri e romantici di Taormina, meta anche di molti sposi da tutto il mondo, è incorniciata da alcuni monumenti. Quasi una di fronte all'altra si trovano la chiesa di San Agostino e quella di San Giuseppe e poi ancora la Torre dell'Orologio con la Porta di Mezzo. Proseguendo lungo il corso si possono apprezzare i numerosi edifici antichi restaurati, molti in stile quattrocentesco. Si giunge infine in piazza Duomo dove si trovano la Cattedrale di San Nicolò ed il Municipio. La chiesa venne eretta nel XIII sec. e più volte modificata. L'odierno portale è in stile manieristico. Oltrepassata piazza Duomo, poco più avanti termina il centro storico con l'antica Porta Catania nelle cui vicinanze si trova un altro dei grandi parcheggi scambiatori di Taormina.   

 

Fuori dall'itinerario principale ma, sicuramente, degni di una visita sono i giardini comunali, da cui si gode uno splendido panorama, Palazzo dei Duchi di S.Stefano, le antiche Naumachie e l'ex convento di San Domenico, oggi sede di uno dei più famosi alberghi di Taormina. A piedi o con la macchina si può anche raggiungere il piccolo centro di Castelmola che sovrasta Taormina e da cui è possibile spaziare con lo sguardo fino a vedere la costa della Calabria nei giorni sereni.

Hotels

#DomenicaAlMuseo

domenica al museo

Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese nei siti regionali.

pantalica tour2

Transfer per l'aeroporto di Catania

Siracusa tour

Chocomodica 2017      Mostra: Da Giotto a De Chirico a Catania     Mostra di fotografia Vivian Maier a Catania     Mostra "La porta dei sacerdoti" a Siracusa
 
Presepe vivente di Ispica 2017     settimana musica sacra monreale